Pecora nana d' Ouessant



Eì la razza ovina più piccola che esiste al mondo.
La femmina raggiunge i 43/48 cm di altezza al garrese ed un peso di 13/15 kg, il maschio invece raggiunge un’ altezza di 45/50 cm al garrese ed un peso di 15/20 kg
E’ una razza di natura bretone, originaria dell’ isola d’Ouessant, che si trova nell’ oceano Atlantico, a qualche chilometro di distanza dalla costa francese.
Anticamente popolava la maggior parte delle terre bretoni.
Nel 1976 ne restavano poche centinaia di capi.
Fortunatamente un gruppo di allevatori decise di salvare la razza allevandola, così, dalla fine degli anni ’90, è possibile trovare queste pecore nane distribuite in tutta la Francia, in Belgio e in Olanda

Si tratta di una pecora molto rustica, di buona salute, di buon carattere e quindi facile da allevare, abituata a stare all' aperto e resistente a climi rigidi.
E' in animale gregario e di conseguenza necessita di vivere almeno in coppia.
La riproduzione avviene in autunno e gli agnellini nascono in primavera dopo una gestazione di 145/150 giorni, la femmina partorisce un solo piccolo all’anno.
Essendo una pecora di piccola taglia, la tosatura permette di avere soltanto 1/2 kg di lana.
La pelliccia è piuttosto lunga, arruffata e il colore può essere nero, marrone o bianco.


Curiosità:
Longevità: La pecora d'Ouessant ha una vita media che può variare dai 10 ai 15 anni, a seconda delle condizioni di allevamento e delle cure ricevute.
Conservazione della razza: Negli ultimi decenni, grazie agli sforzi degli allevatori e delle associazioni dedicate alla conservazione della biodiversità, la popolazione di pecore d'Ouessant è in ripresa.
Caratteristiche del Vello: La lana della pecora d'Ouessant è particolarmente apprezzata per la sua qualità, essendo molto calda e resistente. Questo rende la lana ideale per la produzione di indumenti e accessori invernali.

Alimentazione
La pecora d'Ouessant è molto frugale e si adatta bene a pascoli poveri. La sua dieta è composta principalmente da erba, ma può includere anche fieno e altre piante erbacee. Durante i periodi in cui il pascolo è scarso, è consigliabile integrare l'alimentazione con mangimi secchi per garantire un apporto nutrizionale completo.

Gestione e Cure
Spazi di Allevamento: Non richiedono grandi spazi, ma è importante garantire loro un ambiente sicuro e protetto, soprattutto nelle zone con condizioni climatiche rigide.
Cure Sanitarie: Le pecore d'Ouessant necessitano di cure sanitarie regolari, come la sverminazione e la vaccinazione contro le principali malattie ovine.
Tosatura: La tosatura è un momento cruciale nella gestione di queste pecore. Deve essere effettuata almeno una volta all'anno, preferibilmente in primavera, per evitare problemi di salute legati al surriscaldamento e ai parassiti.

Comportamento
Le pecore d'Ouessant sono animali molto socievoli e docili. Vivono bene in piccoli gruppi e formano legami sociali stretti tra loro.
Sono note per la loro curiosità e per l'attitudine a interagire positivamente con gli esseri umani, rendendole adatte anche per scopi educativi e di pet therapy.

Valore Culturale
Le pecore d'Ouessant non sono solo un tesoro di biodiversità, ma rappresentano anche un patrimonio culturale per la Bretagna.
La loro presenza sulle isole e le terre bretoni è testimoniata da secoli, e continuano a essere un simbolo della resilienza e dell'adattabilità della natura in questa regione.